Il modello tedesco che ci impone l’Europa è disoccupazione e precarietà

La crisi attuale ci viene spesso spiegata come l’inevitabile esito della nostra incapacità di adottare un modello di sviluppo moderno e vincente: il modello tedesco. L’Europa viene rappresentata come divisa tra un “centro” dinamico e vitale, capitanato dalla Germania, che costituisce la locomotiva della crescita e l’avanguardia dello sviluppo economico, ed una “periferia” inefficiente e…

Competitività: una vittoria di Pirro?

Da quando il dibattito sulla crisi dell’Euro si è spostato dai (presunti) eccessivi debiti pubblici ad un persistente squilibrio commerciale tra i paesi membri, i vertici dell’UE hanno sempre più fatto riferimento ad un (presunto) problema di “competitività” dei paesi della periferia europea (Spagna, Portogallo, Grecia, Irlanda e Italia) rispetto all’area continentale, la cui massima…